Errori. Se ne commettono parecchi, soprattutto nel campo dei fumetti. A volte a causa della storia poco convincente, altre volte per i disegni scadenti o per dei colori non appropriati al tipo di prodotto che si sta vendendo. Pensate un po’ a cosa succede quando questi tre elementi confluiscono in un unico volume. Vi lascio immaginare. Anzi no ve lo dico proprio: UNA TOTALE CATASTROFE.

Amici miei qui si parla di una parte dell’Universo Marvel che a me sta molto a cuore e che in un futuro molto vicino interagirà completamente con la classica Terra 616: l’universo Ultimate. Testata altalenante lanciata nel 2000 che ha avuto un destino sempre molto incerto a causa di molte scelte editoriali sbagliate, a partire da alcuni azzardi non poco eclatanti a livello di sceneggiatura. Partita con le più buone intenzioni (e con la “classica” serie di testate al fianco come Ultimate Spiderman, Ultimates, Ultimate Fantastic Four, Ultimate X-Men) nel corso degli anni ha ricevuto delle vere e proprie batoste, fino ad arrivare all’ultimo maxi evento chiamato Cataclisma, che ha completamente ridotto il tutto a un singolo personaggio: Spiderman.
Da questo evento sono usciti due nuovi Team Up: gli All New Ultimates e gli Ultimate FF. All New Ultimates conterà due numeri in brossurato mentre (per fortuna) Ultimate FF ha già terminato la sua corsa.

Parliamo a malincuore di Ultimate FF.

Ultimate ffTitolo: Ultimate FF – Spacciato

Autori: Fialkov & Araujo, Guevara

Editore: Panini Comics

Prezzo: Euro 5,50

 

 

La domanda iniziale è: cosa sta succedendo in Casa Marvel?

Domanda lecita visto che il volume che si ha per le mani non solo è inutile a livello di sceneggiatura ma anche a livello visivo.
Ma andiamo con ordine.
La trama è semplice: dopo l’evento Cataclisma l’universo è sconquassato e instabile, stanno accadendo una serie di fatti allarmanti e qualcuno deve intervenire per comprenderne la causa. Mentre gli All New Ultimates si occupano del crimine nelle strade, una nuova squadra capitanata dall’agente Coulson (si avete capito bene) si appresta alla ricerca della verità: la nuova Fondazione Futuro, squadra formata da Iron Man, Susan Storm, Falcon e Machine Man. PRIMO ERRORE GIGANTE: un team composto da quattro personaggi completamente differenti tra loro, unico punto in comune l’Intelligenza. L’Intelligenza. Ma andiamo avanti.

Dopo una breve presentazione del gruppo e di come agisce durante le situazioni difficili (imbarazzante soprattutto per il character design dei personaggi, ma niente in confronto a quello che arriva dopo), vengono ripresentati personaggi che si pensavano scomparsi (o deceduti a causa di eventi precedenti come Ultimatum), quali Namor e il Dottor Destino (mandato addirittura da Coulson come “arma segreta” per aiutare il gruppo), per dare vita a una storia insulsa quanto divertente tanto è l’imbarazzo che crea al lettore nel leggerla. L’evoluzione della storia sfocia nell’assurdo, con il ritorno di un Rick Jones alias Capitan Marvel (ritenuto deceduto) e con la successiva apparizione di un Ultimate Spider Ham (Purtroppo per noi) che da proprio il colpo di grazia che mancava per affossare definitivamente qualcosa che non è mai realmente decollato. Il finale ve lo risparmio perché ho rispetto per voi cari lettori.

Parliamo delle tavole e dei colori: quello che ci viene proposto è un lavoro sbrigativo, dai tratti troppo ballerini e imprecisi. Fisici talvolta non realistici, cambi di costume (o forse no, non lo si comprende vista la qualità dei disegni), espressioni facciali che sfiorano il ridicolo. I colori non sono da meno e aiutano ad affondare il lavoro grafico, amplificando la sensazione di disgusto e di rimorso.
In tutto questo si salva l’edizione: Panini propone il suo classico formato a 5,50 Euro brossurato che comprende tutta la Saga Completa, altra nota “positiva” visto il risultato orribile.

AnimaFumetto diventa incattivito di fronte a un acquisto così sbagliato, ma d’altronde possono capitare queste scelte sbagliate, dettate da un titolo che già si conosce e di cui forse a volte ci si fida un po’ troppo. Andando però comunque controcorrente con quanto detto sopra vi invito a comprarlo, leggerlo e prestarlo ai vostri amici per poi vedersi di fronte a una birra e riderne insieme.
Io e il mio collega Messer Ivan lo abbiamo fatto e abbiamo riso tantissimo per non piangere altrettanto. Alla prossima!

VOTO:

STORIA – 1

DISEGNO – 3

EDIZIONE – 7

Solobeifumetti.it