Parliamo ancora di Francia. Incredibile ma vero i francesi ci stanno veramente surclassando: può sembrare una banale opinione personale, se non fosse supportata da fatti oltre che da parole. E fatti che parlano forte e chiaro soprattutto.

Ma in questo caso (per fortuna) all’orizzonte si intravede un barlume di speranza: qui si parla di un’opera scritta da un francese ma disegnata da un fumettista italiano. Almeno qui riusciamo a salvarci, grazie anche a persone come questo nostro compatriota.

Si ringrazia anche la casa editrice italiana BAO Publishing per aver promosso questa nuova serie che ci stupirà non poco. Passiamo ai fatti.

Christophe Arleston espone un’idea all’apparenza molto “mainstream”, in certi casi anche fin troppo utilizzata (molte volte anche male), riuscendo però a coglierne un lato innovativo e leggero, farcendola di spunti narrativi altrettanto semplici ma notevoli.

Alle tavole il grande Alessandro Barbucci e ai colori Nolwenn Lebreton compiono il resto della magia, completando l’opera con incredibile maestria.

E se oltre al nostro mondo ne esistesse uno “quasi” uguale? Questa idea ci porta a Ekh.

EKHO

 

 

Titolo: EKHO NEW YORK – PARIGI

Autori: Christophe Arleston, Alessandro Barbucci

Editore: BAO PUBLISHING

Prezzo: €17,00

 

 

 

Ekh è il Mondo Specchio, un mondo parallelo al nostro che mostra però un lato colorato, fantastico, burlesque… Insomma, tutto quello che la gente di oggi, a mio parere, non riesce più a vedere con tanta semplicità e innocenza nella realtà odierna.

Lo sceneggiatore francese riesce a trasmettere chiaramente questo messaggio, facendo respirare al lettore aria fresca, senza farlo sentire appesantito da una trama fatiscente e pesante, creando la giusta alchimia tra fiaba e attualità.

In questo reame in cui sono presenti le nostre stesse città, i nostri stessi paesi, senza elettricità ma con draghi e insetti giganti pronti a far da mezzi di trasporto alla civiltà governano i Preshaun, creatura minute molto simili a scoiattoli che incredibilmente mantengono l’ordine e l’equilibrio del cosmo.

Tutto questo però viene turbato dall’arrivo di Formicola Grattuglia e Yuri Podrov, due esseri umani passeggeri di un aereo di linea che è prossimo allo schianto. I due vengono catapultati su Ekh grazie all’intervento del Preshaun Sigisberto di Motafiume, incaricato del passaggio di proprietà degli averi di zia Odelalia, parente della protagonista, venuta a mancare su Ekh poco tempo prima, ma venti anni prima nel mondo reale! Idea originale e divertente sotto ogni punto di vista.

Barbucci poi mette la ciliegina sulla torta con tavole che mozzano il fiato, piene di particolari: paesaggi spettacolari e surreali, creature fantastiche e minuziosamente studiate da capo a piedi, eccessivo ed eccentrico allo stato puro senza lasciare nulla al caso. Pura magia e meraviglia.

 

Ed ecco la mia pagella:

Storia: 10/10

Disegno: 10/10

Edizione: 7/10

Unica nota dolente l’edizione: il cartonato è bellissimo, altrettanto colorato e di qualità, con tante pagine di lavoro; le due pagine di sketch a fine volume sono altrettanto pregevoli. Ma a che prezzo? Ben 17 Euro di volume. Ho visto edizioni di altrettanta pregevole fattura ad un prezzo decisamente inferiore: purtroppo questo può fa storcere il naso a molti considerando che è una serie e che quindi i prossimi volumi costeranno altrettanto.

Ma non disperate, ne vale comunque davvero la pena: parola di AnimaFumetto.

 

 

[post_view] Visualizzazioni