Buongiorno a tutti Ragazzi e Ragazze! Mi chiamo Messer Ivan, starete pensando tutti che non può essere un nome normale questo, ed è proprio così. Questo è il nomignolo con cui sono chiamato dai miei amici, perciò ho deciso di utilizzarlo anche qui e su youtube dove il canale si chiama, per l’appunto, Messer Ivan Timely! Ma arriviamoci a gradi a quel discorso. Mi è stato chiesto di scrivere una biografia mia e del canale non troppo lunga, e mi trovo in difficoltà dato che in vita mia non mi è mai capitato di scriverla, dato che le persone a cui voglio bene la conoscono già a menadito senza bisogno di lettere o simili. Non ho avuto una vita intensa o ricca di dramma amoroso, anche perché da quel lato ho avuto molta fortuna e non smetto mai di ripeterlo! Qua non voglio annoiarvi con la storia della mia vita come tale, ma voglio semplicemente dirvi il motivo per cui oggi vedete il mio faccione dal vostro pc, e come è iniziato tutto per me con i fumetti e simili.

 

Il mio primo ricordo si rifà a Topolino e risale a quando avevo dieci anni, oggi ne ho 21 quindi fate due calcoli, e mi viene in mente un discorso in macchina con i miei genitori che mi dicono che un mio amico legge e rilegge continuamente fumetti di Topolino, dicendo che così si apre la mente! Una frase sbalorditiva, a 10 anni non dai un significato a questa affermazione ma con gli anni ti guardi allo specchio, ci ripensi, e dici: “Cavoli è vero!”. Diciamo che da quel momento, in cui avevo in mano il mio Topolino, iniziai ad appassionarmi di più, anche se all’epoca mi sembrava assurdo leggerne più di uno al giorno, dato che già per un singolo numero ci mettevo minimo tre giorni! Comunque il tempo passa e inizio ad avvicinarmi a fumetti più inusuali per un bambino di quell’età, a 12 anni mentre i miei compagni leggevano i libri dei grandi autori io leggevo Cattivik, il mio personaggio preferito tra quelli del fumetto italiano! Passo poi a Sturmtruppen e comincio a capire che Bonvi era stato un grande alla sua epoca, pur non sapendo cosa fosse una sceneggiatura o un disegno, dal punto di vista tecnico, ma avevo capito che era un genio e che io, pur non avendo un talento come disegnatore, volevo vivere con quegli albi e volevo saperne di più! La mia prima serie regolare iniziata e finita fu Monster Allergy di cui, mi ricorderò sempre, ne avevo parlato in classe per un compito affidatomi dall’insegnante.

 

Un giorno entro in fumetteria e chiedo: “Vorrei un fumetto che fa ridere, cosa mi consigli?” Penso che sappiate tutti quale fu la risposta del negoziante, semplicemente Rat-Man. Il super eroe parodistico che tutt’oggi leggo. Mi ero innamorato nel vero senso della parola, tant’è che se prendete il numero 61 troverete un mio disegno inviato alla redazione! Insomma stava tutto crescendo ma ancora non sapevo la differenza tra Dc e Marvel o tra manga e fumetto, per me era tutto uguale e se qualcuno mi avesse detto che dietro c’era tutto questo all’epoca mi sarei preso un infarto!

 

Questo arriva tutto molto più tardi, nel frattempo ero diventato molto più bravo ad arrangiarmi. Ogni settimana se andava bene mi guadagnavo cinque euro e giravo mercatini e fumetterie alla ricerca del numero che mi mancava ad un prezzo il più vantaggioso possibile. Il grosso arriva quando decido di prendere un manga all’età di circa 15 anni. Il mio inizio non è dei più rosei, iniziai con una miniserie di GP, una delle poche che, fortunatamente col senno di poi, usciva regolarmente e che si chiamava MAR – Marchen Awakens Romance che mi piacque veramente molto! A quel punto iniziai a comprarne una marea, così tante che onestamente non ricordo, tra le tante anche serie importanti come Rave, Deathnote e Full Metal Alchemist! Insomma lì era esplosa la mia passione, contornata da una ricerca nel dettaglio atta ad avere il numero perfetto, lo spirito collezionistico l’ho sempre avuto, aiutato anche dal fatto che ho sempre collezionato carte come Pokémon, Yu-gi e Magic. La mia vera passione però è arrivata solo quando a Novara, la mia città, ha aperto una fumetteria Alastor, enorme e piena zeppa di roba nuova e vecchiotta! Lì dopo un po’ iniziai ad aiutare il commesso a scaricare i colli e a sistemare magazzino ed esposizioni, imparando tantissime cose! Innanzitutto la differenza tra Marvel e Dc, poi la composizione interna degli albi, cosa fossero i crossover e la nomenclatura Panini e Lion! Il tutto aiutato dal fatto che per quei lavoretti ottenevo fumetti gratuiti. La mia collezione si allargò e tutt’oggi non accenna a fermarsi essendomi appassionato anche della Marvel anni ’60! Detto ciò, perchè ho aperto un canale Youtube sulle novità e non sulle cose che compro ogni mese, che sono veramente troppe, o sui singoli eroi/manga? La risposta è semplice, perchè la cosa più bella nel collezionare fumetti è la passione che c’è dietro, il fatto che quando in fiera trovi l’albo che volevi da sempre esulti come se avessi vinto un miliardo e vorresti dirlo a tutti! Il canale è fatto per parlare con quelli che, come me, si esaltano quando entrano in fumetteria e vogliono scambiare le proprie opinioni e ciò che sanno con altri; io personalmente mi ritengo abbastanza modesto e mi piace parlare con tutti quindi i video sono aperti a chiunque, più o meno appassionato! Perchè la rubrica si chiama Timely Comics? Semplice: quel nome fu il primo della mia casa editrice preferita, cioè Marvel, quindi è un semplice elogio e nulla di più.

 

Insomma dopo undici anni da quel viaggio in macchina ho finalmente capito cosa volevano dire i miei genitori e come una passione portata avanti possa dare i suoi frutti e le sue soddisfazioni personali, tanto per dirne una la persona che amo l’ho conosciuta in fumetteria, e mi auguro che anche voi con le mie brevi recensioni possiate provare ciò che provo io quando le cerco e ve le dico. Ringrazio tutti voi per il sostegno e spero che lavorandoci bene e stringendo le ultime viti, apprezziate e apprezzerete i miei video sempre di più!