26 Settembre 1986, in tutte le edicole Italiane usciva Dylan Dog 1 – L’Alba dei Morti Viventi.

Il 26 settembre del 2014, 28 anni dopo quello straordinario evento, la Sergio Bonelli Editore si trova per una conferenza stampa in diretta su You Tube dal Blue Note di Milano.

Il presentatore e direttore capo della Bonelli, Michele Masiero ci parla delle novità fumettistiche di quest’anno insieme a: Gianfranco Manfredi autore Adam Wild, Roberto Recchioni autore di Orfani e responsabile curatore di Dylan Dog, Alessandro Ravani Responsabile alla commercializzazione diritti Rai, Vincenzo Sarno Capo Struttura Sviluppo Proprietà e Giovanni Russo responsabile dell’ Area Comics di Lucca.

 

adam wildPrimo dei quattro argomenti trattati durante la conferenza è stato proprio Adam Wild di Gianfranco Manfredi. L’autore parla del protagonista della sua opera e di come essa procederà. Wild è innanzi tutto un antischiavista che vive nell’Africa nera del ‘800. Egli non è un vendicatore od un eroe comune, ma bensì un liberatore ed un avventuriero a sangue freddo che ama il suo lavoro e lo fa con estremo piacere. Manfredi sottolinea la necessità di un personaggio così, leggero e simpatico che possa essere apprezzato da tutti. Le storie saranno autoconclusive, ma per ragioni storiche ci sarà una story line di base se pur flebile e non determinante per le letture.

 

dylan dogLa parola è poi passata a Recchioni che ha illustrato il nuovo ciclo di Dylan Dog e Orfani.

L’autore parlando dell’indagatore dell’incubo ha tenuto a puntualizzare che, nella nuova “stagione” che inizierà dal numero 337, punterà a mantenere la classicità del protagonista e a elevare l’iconicità degli altri personaggi. Tra le grandi novità c’è l’arrivo di John Ghost, il nuovo nemico psicologico che prenderà il posto dell’ormai desueto Xabaras e il pensionamento dell’ispettore Bloch. Recchioni assicura però una presenza fissa dell’ex poliziotto Londinese che continuerà ad aiutare il nostro protagonista.

orfaniPer quanto riguarda le uscite in edicola avremo una leggera mutazione. Il Maxi Dylan si trasformerà in Old Boy, dove avremmo storie ambientate nel 1986.

L’almanacco della paura vedrà annualmente storie dell’indagatore insieme a Bloch mentre il Color Festival conterrà storie scritte e disegnate da autori italiani importanti e, talvolta, distanti dal classico stile Bonelliano.

Per quanto riguarda Orfani, la nuova serie si chiamerà Orfani: Ringo e sarà incentrata su uno dei personaggi della precedente, come si deduce dal titolo. Le copertine non saranno più in mano a Carnevale ma passeranno a Mammuccari, ancora disegnatore della serie.

 

bonelli raiAlessandro Ravani e Vincenzo Sarno ci parlano dei nuovi rapporti stretti tra Rai e Bonelli.

La casa editrice italiana decide finalmente di lanciarsi nel mondo mediatico realizzando un Motion Comics dedicato interamente al fumetto di successo Orfani, di Recchioni e Mammuccari. La serie, con la regia di Armando Traverso, partirà a dicembre e sarà esportata anche all’estero. I due affermano che questo è solo un piccolo passo in avanti e che per il futuro hanno in mente serie tv e nuovi motion comics dedicate ai personaggi Bonelli.

 

Lucca comics 2014Ultima notizia è la presenza a Lucca Comics & Games 2014 di un padiglione di 150mq dedicato interamente a Sergio Bonelli Editore. La news c’è data da Giovanni Russo, responsabile della parte Comics della fiera. All’interno di quest’area sarà possibile trovare non solo molto materiale della casa editrice ma anche molti autori della stessa. In essa saranno presentate tre copertine Variant in edizione limitata di Adam Wild, Dylan Dog e Orfani disegnate rispettivamente da: Enrique Breccia, Gipi e Gabriele dell’Otto.

 

Bonelli sembra interamente proiettata verso il futuro e il rinnovo dei personaggi classici!

 

 

[post_view] visualizzazioni